trattamento di ricostruzione delle unghie Le unghie delle mani vanno curate adeguatamente. Una manicure accurata prevede che ad esse siano riservati trattamenti, pulizia, taglio e colore appropriati. Tra i trattamenti per le unghie, molto diffusa è la ricostruzione, per cui si applica la ‘tip’, ossia la punta bianca che serve ad allungarle. Ne esistono diversi tipi e si incollano all’unghia, e si procede poi all’applicazione del materiale gel o acrillico. Quest’ultimo è preferibile per i soggetti che tendono a rosicchiare le unghie e nel caso in cui l’unghia sia molto bombata. Il gel invece ha bisogno di raggi UV per solidificarsi e dopo alcuni giorni si può sollevare. Premesso che un lavoro adeguato non danneggia l’unghia naturale e che i costi non sono elevati, tranne che per la prima volta, quando si spende attorno alle 200 euro, il trattamento di ricostruzione può essere molto naturale e per niente volgare. Esso consiste nell’opacizzare l’unghia per favorire la tenuta, quindi nell’aggiungere un liquido che facilita la tenuta del gel. Si stende poi il gel colorato o trasparente e con una lampada lo si fa solidificare. Nelle volte successive alla prima basta rimuovere il tutto con una fresa specifica. Per utilizzare l’acrilico si usa invece un pennellino in martora, di un composto liquido miscelato a polvere particolare. E si asciuga all’aria. Oltre alla ricostruzione, abbiamo la scultura, quando l’allungamento si ottiene mediante una sagoma adesiva che si fa aderire all’unghia. E la ricopertura consiste infine in gel o acrilico applicato senza allungamento artificiale dell’unghia.

Unghie e ricostruzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *