le mani vanno curate con creme adeguate, bagni tiepidi al tè o alla salvia e vanno protette in inverno A causa della scarsa presenza di ghiandole sebacee, la pelle del dorso delle mani è più delicata e ha bisogno di cure in aggiunta. Al mattino, pertanto, occorre applicare uno strato di crema per mantenere inalterato il film idrolipidico. Di sera andrebbe effettuata una maschera con creme alle vitamine, da far agire per tutta la notte. Creme ricostituenti e piccoli cerottini aiutano in caso di graffietti e tagli. E’ opportuno svolgere sempre i lavori domestici con un paio di guanti in gomma, rivestiti internamente in cotone.I problemi alle mani aumentano in inverno, quando la pelle diventa secca e screpolata, a causa del vento e del freddo e talora avvertiamo bruciore e fastidio toccando alcuni alimenti, come sale o agrumi. Poi la sensibilità cutanea risulta danneggiata dal freddo, quando i vasi sanguigni si contraggono. impedendo al sangue l’irrorazione regolare dei tessuti. E’ necessario prevenire le screpolature e proteggere le mani nel periodo invernale. Bisogna lavare le mani con detergenti delicati, evitando quelli alcalini e quelli schiumogeni. Le mani vanno asciugate con asciugamani o fazzoletti, mai all’aria, soprattutto troppo vicino a fonti di aria calda. Contro i geloni, poi, causati dal restringimento dei piccoli vasi sottocutanei, è bene usare guanti, fare maniluvi tiepidi di sera con infusi al tè o alla salvia e, magari, effettuare massaggi e frizioni con alcol.

Curare le proprie mani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *